Raccolta Funghi
Tariffe, regole e consigli pratici
*

I funghi sono certamente buoni da mangiare ma ancor più bello è cercarli tra muschio e aghi nell'ombra e nel silenzio del bosco. E sai quanto è appagante vederne uno uno in lontananza, avvicinarsi e rendersi conto che è commestibile? Quel gesto di riporlo nel cestino, dopo averlo pulito, profuma già di attesa: pensi a come cucinerai il tuo prezioso 'bottino' e te lo stai già pregustando. 

Vorresti provare questa sensazione ma di funghi ci capisci poco? Nessun problema: in Val di Sole durante l'estate puoi partecipare a escursioni micologiche, proiezioni, incontri con l’esperto e mostre micologiche. 


TARIFFE PER LA RACCOLTA FUNGHI

Per la raccolta funghi in Val di Sole è necessario essere muniti di permesso raccolta funghi, che attesti il pagamento della relativa tassa ( secondo la L.P. 23 maggio 2007 n.11; regolamento di attuazione approvato con Decreto n. 23-25/Leg. del 26/10/2009 del Presidente della Provincia Autonoma di Trento). 

 

DOVE PUOI ACQUISTARE IL PERMESSO? 

  • online sul sito www.geoticket.it o sulla APP Geoticket (vedi QRcode)
  • presso gli sportelli bancomat(ATM) della Cassa Rurale Val di Sole
  • presso gli uffici informazione di valle
  • tramite bollettino postale n. 89384242 intestato all’Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Peio e Rabbi - viale Marconi, 7 - 38027 Malé, indicando nella causale la dicitura “tassa per la raccolta funghi”, le generalità dell’interessato ed il periodo esatto di raccolta. Copia del bollettino di conto corrente postale funge da permesso da esibire in caso di controlli.
Il permesso di raccolta è valido sull'intero territorio della Val di Sole, che racchiude i 13 comuni di Vermiglio, Peio, Ossana, Pellizzano, Mezzana, Commezzadura, Dimaro Folgarida, Croviana, Malè, Terzolas, Caldes, Cavizzana e Rabbi

 

Sulla base della delibera n. 3287 del 30/12/2009 della Giunta Provinciale, le TARIFFE da versare per effettuare la raccolta dei funghi sono le seguenti:

Euro    10,00  per 1 giorno -  Tariffa agevolata €   8,00*
Euro    18,00  per 3 giorni -  Tariffa agevolata € 17,00*
Euro    24,00  per 1 settimana   -  Tariffa agevolata € 23,00*
Euro    40,00  per 2 settimane -  Tariffa agevolata € 35,00*
Euro    60,00  per 1 mese -  Tariffa agevolata € 50,00*


* È applicata l’agevolazione del pagamento: alle persone che soggiornano a scopi turistici in un comune della Provincia di Trento per almeno tre giorni consecutivi, a quelle che sono state anagraficamente residenti per almeno cinque anni o hanno un genitore anagraficamente residente in un comune della Provincia di Trento e a quelle persone che sono titolari di un diritto di proprietà o altro diritto reale su immobili adibiti a uso abitativo ubicati in uno dei comuni aderenti al regolamento sovracomunale dell’ambito territoriale dei 13 Comuni della Val di Sole. Per ottenere l’agevolazione del pagamento è necessario fornire una dichiarazione sostitutiva di certificazione.
Scaricala: 
Modulo di autocertificazione per agevolazione pagamento tariffe raccolta funghi (pdf - 412 KB)



Vai alle regole per la raccolta funghi in Provincia di Trento

 

CONSIGLI PRATICI

  • L’EQUIPAGGIAMENTO
    Indossa indumenti idonei all’ambiente da frequentare: copri bene gli arti inferiori e tieni a portata di mano un impermeabile leggero.
    Porta con te un cesto rigido ed areato per porvi i funghi raccolti. Evita nel modo più assoluto i contenitori flosci ed impermeabili.
    Tieni a portata di mano un coltello, che serve a pulire, non a raccogliere o tagliare funghi sul terreno.

  • LA RACCOLTA
    Raccogli i funghi interi,
     senza strapparli o tagliarli alla base del gambo. Agisci delicatamente per lasciare il più possibile inalterati tutti i caratteri morfologici del fungo, necessari per determinarne la specie.
    I funghi conosciuti vanno puliti subito e riposti nel cestino. I funghi non riconosciuti vanno conservati in altro contenitore e ne vanno raccolti pochi esemplari, da sottoporre al controllo e alla determinazione dell’esperto. 
    Raccogli solo i funghi freschi che assicurano una buona commestibilità. Vanno tralasciati i funghi vecchi, avariati,  se infestati da vermi o già in fase di decomposizione.
    I funghi velenosi e quelli che non vengono raccolti devono comunque essere rispettati, non vanno calpestati o distrutti. Possono infatti servire ai più esperti per motivi di studio o quantomeno continueranno a svolgere il loro ruolo di equilibrio biologico del bosco.

  • GLI AVVELENAMENTI: PREVENZIONE E PRIMI SOCCORSI
    Nell’incertezza, sottoponi a visita dell’esperto i funghi raccolti e destinati al consumo. Evita di consumare funghi non conosciuti e la cui commestibilità non sia stata accertata.
    Bandisci i mezzi empirici usati per riconoscere i funghi mangerecci (uso della moneta o cucchiaio d’argento, l’aglio, il latte, etc).
    In caso di disturbi dopo breve incubazione (fino a 3 ore dopo il pasto): provocare con qualche mezzo il vomito al paziente, chiamare il medico e convocare un espero micologico.
    In caso di disturbi dopo lunga incubazione (da 8 a 48 ore e più dopo il pasto): provvedere all’immediato ricovero, precisare al sanitario l’ora del pasto e convocare un esperto micologo per stabilire l’agente avvelenatore.
    Non somministrare mai alcolici all’avvelenato.
copertina funghi.jpg

SCARICA L’OPUSCOLO "FUNGHI E FORESTE" (pdf - 1,5 MB)

In "Funghi e foreste" trovi:

  • Regolamentazione raccolta funghi in provincia di Trento
  • Ambiti di raccolta
  • Val di Sole: funghi e foresta
  • Funghi commestibili
  • Funghi velenosi
  • Vademecum del raccoglitore
  • Attività micologiche in Val di Sole
  • Il gruppo Micologico "Giacomo Bresadola - Val di Sole"
  • Don Giacomo Bresadola e il Museo della Civiltà Solandra

 



social
facebook twitter youtube flickr istagram *

AZIENDA PER IL TURISMO DELLE VALLI DI SOLE, PEIO E RABBI
I - Via Marconi 7 - 38027 Malè - TN - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - P.IVA: 01850960228 - SDI: M5UXCR1
Privacy & Copyright - Modello 231 - Area operatori

facebook twitter youTube flickr instagram