Cima Valletta e Cima Bassetta
Itinerario di sci alpinismo nel Gruppo Vegàia-Tremenesca
Un tipico maso nella neve
    CIMA VALLETTA
2.857 m
  CIMA BASSETTA
2.770 m
Punto di partenza:   parcheggio limitato al margine superiore di Ortisé, 1.515 m
seguire le indicazioni per Malga Pozze, in primavera si può proseguire con la macchina fino a Malga Stabli, 1.814 m
Esposizione:   sud   sud
Difficoltà sciistica:   moderata   difficile
Difficoltà alpinistica:   nessuna   nessuna
Pericolo valanghe:   frequente   frequente
Dislivello:   1.255 m   1.342 m
Tempo di salita:   4 ore   4 ore e 30 minuti
Accesso stradale:   Trento, Val di Sole, Mezzana, Ortisé
Cartografia:   4Land 126 Val di Sole 1:25.000
Tabacco Ortles-Cevedale 1:25.000 (foglio 8)
Tabacco Val di Peio Val di Rabbi Val di Sole 1:25.000 (foglio 48)
Tabacco Brenta Adamello-Presanella Val di Sole 1:50.000 (foglio 10)

SALITA ALLA CIMA BASSETTA

Seguiamo la strada che si snoda sul versante sud per ca. 1,4 km in direzione ovest, fino all’inizio della forestale. Sulla stessa proseguiamo fino a un ponte, 1.860 m; andiamo avanti a sinistra, con la possibilità di tagliare alcune serpentine. In corrispondenza del tornante più in alto a est, 2.060 m, lasciamo la strada e saliamo diritti in direzione nord attraverso avvallamenti. Più su entriamo nell’av- vallamento a destra, percorrendolo per intero, fino a 2.400 m. Ora proseguiamo uscendo a destra sul dorso, sul quale continuiamo a salire fino alla spalla a 2.580 m. Da qui rimontiamo diritti il ripido pendio sommitale, ci portiamo in cresta (occhio alle cornici di neve!) e, verso sinistra, raggiungiamo il punto più elevato.

DISCESA

Lungo la via di salita.

 


 

SALITA ALLA CIMA VALLETTA

Per prati andiamo in direzione nordovest fino a quando incrociamo una strada. Proseguiamo diritti fino a una casetta e, sempre diritti lungo i prati, raggiungiamo nuovamente una strada che porta a Malga Stabli, 1.814 m. Proseguiamo su questa strada entrando in Val Molinaccio, passiamo su un ponte e poi saliamo a destra all’inizio di una lunga superficie priva di alberi che porta in alto a sinistra alla Malga Bronzolo, 2.084 m. Ora percorriamo un breve tratto lungo un dorso, fino a quota 2.150. Da qui in diagonale a destra, in corrispondenza di alcuni alberelli, con un lungo traverso entriamo nella conca valliva sovrastante. Percorriamo la valle piana fin sotto il pendio, 2.470 m, sotto il Passo Valletta. Saliamo per un dorso a destra di una formazione rocciosa, al di sopra della quale torniamo sul dorso entrando poi in un avvallamento. Lo risaliamo fin sotto a delle rocce rossastre. Ora superiamo in diagonale a sinistra l’ultimo ripidissimo pendio che porta al Passo Valletta, 2.694 m (se necessario sci in spalla). Dapprima un po’ sul lato nord, poi a sinistra lungo la ripida schiena saliamo fino a 2.800 m. La piccola croce di legno la lasciamo a sinistra; poi in minor pendenza verso destra raggiungiamo il punto sommitale con omino di pietra.

DISCESA

Lungo la via di salita.

 


 

NOTA

In primavera si può andare in macchina fino a Malga Stabli, 1.814 m.

 

*

Descrizione itinerario e cartina a cura di Ed. Tappeiner - Sci alpinismo nel Trentino, Ulrich Kössler - Ed. 2014

 



social
facebook twitter youtube flickr istagram *

AZIENDA PER IL TURISMO DELLE VALLI DI SOLE, PEIO E RABBI
I - Via Marconi 7 - 38027 Malè - TN - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - P.IVA: 01850960228 - SDI: M5UXCR1
Privacy & Copyright - Modello 231 - Area operatori

facebook twitter youTube flickr instagram