Merano, la culla del Tirolo

in auto: MALÉ-PASSO PALADE-MERANO: KM 74

16a.jpg

Attraverso il Passo Palade (per Mostizzòlo, Revò e Fondo; oppure per Clés, Dermulo, Fondo) con un percorso in paesaggio alpino si scende nell’alta valle dell’Adige, transitando per Tesimo e sfiorando sulla destra Castel Leone. Lasciata Lana (grande e scenografico altare gotico del XVI secolo nella chiesa di Lana di Sotto al cimitero), si prosegue per la strada che taglia fuori la Val d’Ultimo (a sinistra) e percorre un piacevole itinerario tra frutteti, vigne e castelli (C. Lebensberg del XIII a Marlengo), fino al ponte sull’Adige che introduce in Merano (A.P.T. tel. 0473 272000), passando accanto al famoso ippodromo di Maia Bassa. La cittadina sudtirolese, di grande importanza turistica, ha un vecchissimo centro storico percorso dai Portici, animata contrada fiancheggiata da negozi ed esercizi pubblici. I Portici conducono al Duomo, realizzato fra il 1367 ed il 1495, che accoglie con il grande S. Cristoforo dipinto sopra il portale gotico. All’esterno si impone il campanile (alto 83 metri) e dietro l’abside la cappella di S. Barbara (altare dorato del 1450). L’interno a tre navate presenta alcuni altari del XV secolo, dipinti e dorati. Le statue sul presbiterio (Apostoli) sono ottocentesche. Dai Portici si raggiunge il Castello Principesco (residenza dell’arciduca Sigismondo fra il 1449 ed il 1480). L’interno, con ambienti angusti ma gentili, offre l’idea della casa nobiliare tirolese (corpo di guardia, cappella, stanza da letto, sala da pranzo, stanza da gioco); ogni ambiente è arricchito da arredo d’epoca. Non lontano dal Castello si può visitare l’interessante Museo cittadino. In zona maia Alta meritano una visita i giardini di castel Trauttmansdorff (info c/o tel. 0473 258819).

Merano è il luogo d’origine dei Conti del Tirolo (dal secolo XII al 1363 vi dominò la casata, che poi venne sostituita dagli Asburgo). Il loro castello, che si raggiunge a piedi dal paese di Tirolo (km 3,7 da Merano) con una passeggiata di circa mezzora, è uno dei monumenti più significativi della regione. Oltre alle raccolte del museo archeologico, vanno visitate la vasta Sala dei Cavalieri e la cappella a due piani (enorme Crocifissione di scuola tedesca del secolo XIV). Sono preziosissimi i portali romanici, con figure simboliche; dalla Sala del Trono incantevole panorama. Scendendo da Castel Tirolo è possibile variare percorso (chiesetta preromanica di S. Pietro, Castel Thurnstein) fino a raggiungere a piedi la stazione ferroviaria di Merano.






social
facebook twitter youtube flickr google+ istagram *


Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Peio e Rabbi
I - 38027 Malè - TN - P.I: 01850960228 - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - Privacy & Copyright - Modello 231 - Area operatori

facebook twitter youTube flickr google+ instagram