Alla scoperta del Parco
Itinerari battuti per escursioni a piedi d'inverno
Località:   PEIO
Accesso:   piazzale parcheggio bus Peio Paese
Quota di partenza:   1.585 m
Quota max. raggiunta:   2.080 m
Tempo di percorrenza:   7 ore
Lunghezza percorso:   12 km
Difficoltà:   medio/alta
Classificazione:   5 STELLE *
Caratteristiche:   solatio e panoramico
inserito nel Parco Nazionale dello Stelvio
zona di particolare valore ambientale
paese e costruzioni rurali originali e uniche

PERCORSO

Peio Paese (1.585 m) - Malga Talé (1.717 m) - Malga Saline (2.080 m) - Rifugio Scoiattolo (2.000 m) - Piana Covel (1.810 m)

Il  percorso  ad  anello  inizia  a  Peio  Paese, 1.585 m, e precisamente dal parcheggio bus passando nella parte più orientale del caratteristico abitato dove incontriamo, in prossimità di un tornante, una panoramica strada sterrata che sale con pendenza moderata in direzione di Malga Mare. Molte volte questa stradina è nella prima parte percorsa dai mezzi agricoli ed essendo esposta estremamente solatia può esserci carenza di neve fino alla Croce dei Bagni. Si entra ora nel bosco di conifere in direzione di Malga Talé, la stradina ha un andamento ondulato presentando un caratteristico sito preistorico chiamato Sas de le Strie (masso coppellato con incisioni). In breve si  giunge alla Malga Talé recentemente ristrutturata dal Parco Nazionale dello Stelvio in cui è ospitato un interessante percorso tematico dedicato ai tetraonidi (uccelli di origine artica) e alle loro complesse strategie di adattamento all’ambiente. La malga è situata in un’area di pascolo caratterizzata dalla presenza dei misteriosi uccelli selvatici. Il percorso sale ora gradualmente vicino ad alcuni tipici masi di Lagostel e di qui in breve al Rio di Vallenaia dove sono facilmente individuabili le prese d’acqua che confluiscono in sotterranee tubazioni che, in falsopiano, discendono verso la centrale. Seguendo questa evidente stradina segnalata anche dal sentiero SAT 127 si ritorna in direzione Peio Paese camminando in un bel lariceto frequentato da molti animali selvatici: lepri, volpi, cervi, caprioli, lepri alpine di cui numerosissime sono le tracce sulla neve. Ora ci si stacca dalla  pianeggiante  stradina per salire con alcune sinuose curve sino ai pascoli della panoramica Malga Saline, 2080 m. Di qui la vista spazia sui gruppi montuosi di Brenta, Adamello, Presanella e del dominante Monte Vioz. Il percorso discende nell’ampio pascolo ed entra nel fitto bosco di conifere (abeti) ed in breve si giunge al rifugio Scoiattolo, 2.000 m, punto d’incontro degli sciatori.
Aggirando ora la partenza della nuova funivia eeguendo il sentiero estivo SAT 127 si costeggia un ampio crinale sino ad incontrare la "Via dei Monti" (mulattiera di uso boschivo) che discende verso Peio Paese. La si percorre in discesa osservando la sottostante ampia Piana di Covel, ambiente di grande valore ambientale e paesaggistico, il caratteristico laghetto è completamente ghiacciato e non si vede ma sono molto belle le colate delle cascate adiacenti. Si discende per comoda traccia sino a Peio Paese, prestando attenzione all'attraversamento della pista da sci, non dimenticando di fermarsi al magico e storico colle di San Rocco.

 

*
Localizzazione itinerario "Alla scoperta del Parco" - Peio

 

* Classificazione del percorso: ogni itinerario è stato classificato  in ordine decrescente da 5 a una stella, dopo un'attenta valutazione da parte delle guide alpine della Scuola Italiana di Alpinismo e Scialpinismo Val di Sole. Il punteggio tiene in considerazione il valore paesaggistico-ambientale, la lunghezza e la quota. Gli itinerari a 5 stelle, oltre ad offrire paesaggi e panorami esclusivi, sono garantiti nella preparazione e sono mappati con tracce GPS.

 



social
facebook twitter youtube flickr google+ istagram *


Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi
I - 38027 Malè - TN - P.I: 01850960228 - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - Privacy & Copyright - Area operatori

facebook twitter youTube flickr google+ instagram