San Bernardo
Altezza: 1.095 s.l.m. / m.a.s.l. / m ü.d.M.
Abitanti: 723
Comune: Rabbi   Frazioni: San Bernardo - Bagni di Rabbi - Piazzola - Pracorno
san bern.jpg

San Bernardo di Rabbi è la maggiore delle frazioni che compongono la Val di Rabbi ed è anche la maggiormente popolata, è sede municipale e di servizi di pubblica utilità. Attualmente la sua economia è legata, come per l’intera valle, al turismo e all'agricoltura.

Storia

La colonizzazione della Val di Rabbi avvenne all’alba del secondo millennio, tra XI e XII secolo, ad opera dei contadini che abitavano i paesi di Malé, Terzolas, Caldes. Via via gli insediamenti stagionali legati alla transumanza e allo sfruttamento boschivo si fecero più stabili, fino ad un vero e proprio boom demografico documentato alla metà del XV secolo. Nel 1513 si consacra la chiesa di San Bernardo, segno di una valle ormai ben popolata. Dal punto di vista istituzionale, fin dal ‘400 la valle fu soggetta alla giurisdizione feudale della famiglia Thunn, protrattasi fino al 1800, quando nacque il “Corpo Civico di Rabbi”. Numerosi furono i disastri naturali che nei secoli colpirono la valle, prima fra tutti l’inondazione del 1789, che spazzò via, oltre a molte case, ponti, mulini e segherie.


Arte

Tra il 1957 e il 1959 fu costruita l’attuale chiesa parrocchiale su progetto dell’architetto trentino Efrem Ferrari, in sostituzione dell’antico edificio già documentato agli inizi del XV secolo. I muri in blocchi di granito e il ripido tetto in scandole richiamano l’architettura alpina tradizionale. Lo slanciato campanile, dotato di una copertura a cuffia, si appoggia alla parete laterale destra. La facciata a capanna presenta un grande affresco di Carlo Bonacina (1906-2001) raffigurante San Bernardo; allo stesso artista spettano le pitture murali interne. In penombra è l’interno a navata unica rettangolare. La maggior parte degli arredi sacri (altari, dipinti, statue) provengono dalla vecchia chiesa. Degni d’interesse sono le stazioni della Via Crucis firmate e datate (1755) da Matthias Lamp e un’ancona lignea del XVIII secolo con una pala seicentesca attribuibile ad Elia Naurizio (1589-1657), autore anche della tela con la Madonna del Rosario. Una piccola nicchia aperta nella parete settentrionale ospita il fonte battesimale in pietra del 1513.

 

DA NON PERDERE

A San Bernardo, in località Valorz, si trova il percorso Kneipp a cielo aperto, il primo in Trentino, un luogo di piacere e relax che secondo i principi dell’idroterapia utilizza materiali naturali ed acqua corrente per il benessere circolatorio.

 



informazioni

 


rabbi(1).jpg

Consorzio Turistico Rabbi Vacanze
Tel. e Fax +39 0463 985048
www.valdirabbi.com - rabbivacanze@valdirabbi.com

Azienda Turismo Val di Sole
Tel. +39 0463 901280 - Fax +39 0463 901563
info@valdisole.net


*  Pianta del paese
*  Sito internet del comune



social
facebook twitter youtube flickr google+ istagram *


Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Peio e Rabbi
I - 38027 Malè - TN - P.I: 01850960228 - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - Privacy & Copyright - Modello 231 - Area operatori

facebook twitter youTube flickr google+ instagram