Sei in:  > LA VALLE
San Giacomo-Cassana-Tozzaga
Altezza: San Giacomo 775 s.l.m. / m.a.s.l. / m ü.d.M., Cassana 696, Tozzaga 658
Abitanti: San Giacomo 71, Cassana 76, Tozzaga 127
Comune: Caldes   Frazioni: Bozzana e Bordiana - Samoclevo - San Giacomo-Cassana-Tozzaga
san giacomo.jpg

Si tratta di altre tre frazioni del comune di Caldes, due delle quali, Cassana e San Giacomo, poste però in posizione elevata rispetto al fondovalle. Una strada diramantesi dalla statale conduce, subito dopo la svolta a Cassana, dopo un chilometro a San Giacomo. Anche per questi paesi vale discorso fatto per le altre comunità delle “Capèle”: la secolare attività agricola ha trovato in questi anni un grande sviluppo attraverso la frutticoltura, delle mele in particolare.

Storia

I paesi della bassa Val di Sole sono conosciuti con il nome di “Capele”. Anticamente il paese di San Giacomo si chiamava Solasna (doc. a. 1220), toponimo con base prelatina Sol/Sul da riferirsi al nome della Valle. La denominazione attuale deriva dal santo a cui è intitolata la chiesa. Solasna insieme a Cassana (doc. a. 1307) e Tozzaga costituì prima della metà del XV secolo la “Magnifica comunità di San Giacomo”. Nel Cinquecento le Regole della Comunità si tenevano “nella pontara da la tor”. Le cappelle appartennero alla Pieve di Livo fino al 1824 e dipesero dalla curaziale di Cis fino al 1620, data di costituzione della curazia di San Giacomo. Nel corso del XIX secolo, per brevi periodi (1810 -1819 e 1850 e 1861), i tre paesi furono uniti al comune di Caldes. L’aggregazione definitiva con quest’ultimo avvenne solo nel 1928.


Arte

Tra le chiese e cappelle dei tre paesi emerge per importanza storica, artistica ed architettonica quella di San Giacomo, costruita ai margini dell’omonimo villaggio. L’edificio documentato nel Trecento fu ricostruito agli inizi del XVI secolo e poi ampliato nel XVII secolo. La facciata fu rifatta nel 1821. Splendido il solido campanile in pietra intonacata a raso sasso con doppio ordine di bifore e monofore tardoromaniche e cuspide piramidale in pietra. L’interno conserva tre altari lignei seicenteschi e l’altare maggiore in preziosi marmi policromi opera del vicentino Giovanni Merlo (anni ottanta del XVII secolo), proveniente dalla chiesa della Santa Trinità di Trento. Interessante la pala raffigurante il santo titolare di Antonio Longo (1748-1820) firmata e datata (1814) e due sculture tardogotiche.


Informazioni

CALDES.jpg

Azienda Turismo Val di Sole
Tel. +39 0463 901280 - Fax +39 0463 901563
info@valdisole.net


*  Pianta del paese

Info utili
Strutture San Giacomo-Cassana-Tozzaga



social
facebook twitter youtube flickr google+ istagram *


Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi
I - 38027 Malè - TN - P.I: 01850960228 - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - Privacy & Copyright - Area operatori

facebook twitter youTube flickr google+ instagram